So.Se.Te.
 Ti trovi in: Home Page » Modello Unico » Articolo

Modello Unico

CHE COSA E’ IL MODELLO UNICO?

Il modello Unico è un modello più complesso rispetto al modello 730 ed è composto da un modello base e da diversi allegati, a seconda del tipo di reddito da dichiarare.

Questo modello può essere utilizzato da tutti i contribuenti ed è l’unica dichiarazione che possono fare gli eredi per i congiunti deceduti.


DOVE E QUANDO PRESENTARE IL MODELLO UNICO

I contribuenti che intendono presentare la dichiarazione dei redditi tramite il Modello Unico possono rivolgersi ai nostri uffici, a partire dal mese di Giugno 2014.

Le scadenze della dichiarazione:

- Entro il 16 giugno Termine per il versamento delle imposte senza maggiorazione.
- Entro il 16 luglio Termine per il versamento delle imposte con maggiorazione dello 0,4%.
- Entro il 30 settembre il contribuente trasmette telematicamente alla Agenzia delle Entrate il modello UNICO/PF
- Entro il 30 novembre il contribuente effettuale il versamento della seconda o unica rata di acconto Irpef.

Presso i nostri uffici è possibile ottenere anche l’assistenza alla compilazione dei modelli di pagamento (F24) da utilizzare per il versamento delle imposte a saldo o in acconto.

Il CAAF è aperto tutti i giorni, incluso il sabato mattina, con la presenza di personale altamente qualificato e con lunga esperienza di lavoro in questo settore.

I DOCUMENTI DA PRESENTARE

· Dichiarazione dell’anno precedente
· Visure catastali
· Certificazioni dei redditi di lavoro dipendente, assimilato, di pensione, di collaborazione, di lavoro occasionale, di capitale, ecc
· Scontrini e fatture relative a spese detraibili e deducibili ( spese mediche, interessi passivi, spese funebri, veterinarie, assicurazioni vita e contributi volontari, tasse scolastiche, contributi previdenziali obbligatori, contributi per addetti ai servizi domestici, erogazioni liberali a partiti politici , erogazioni a istituzioni religiose, a o nlus e o ng, spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio, assegni al coniuge, ecc. )

· Attestati di versamento eseguiti in banca


IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

Errori commessi nella compilazione della dichiarazione dei redditi possono essere corretti attraverso lo strumento del ravvedimento operoso usufruendo della riduzione delle sanzioni pecuniarie.

Per poter beneficiare di questa riduzione è necessario che le correzioni siano effettuate entro il termine stabilito per la presentazione della dichiarazione per l’anno successivo.

Oltre alla dichiarazione dei redditi è possibile sanare anche i versamenti delle imposte, se versati in misura inferiore usufruendo della riduzione delle sanzioni.

Inoltre il CAAF compila anche l’Unico Integrativo, nel caso di contribuenti che abbiano dimenticato o di dichiarare un reddito o di inserire un o nere detraibile o deducibile.


Condividi questo articolo: Share

Cerca nel sito
Webmail